Gestione eventi – PEOPLE

CHI SIAMO
PEOPLE – CREATING VALUE È UNA SOCIETÀ DI SERVIZI ALLE IMPRESE
SPECIALIZZATA NELLA PROMOZIONE DI PRODOTTI E SERVIZI DI AZIENDE
ITALIANE E STRANIERE.
I NOSTRI SERVIZI

VUOI ORGANIZZARE UN EVENTO PER LA TUA ATTIVITÀ?
HAI BISOGNO DI QUALCUNO CHE PROMUOVA I TUOI PRODOTTI O SERVIZI? O
PROFESSIONISTI CHE VALORIZZINO CIO’ CHE RAPPRESENTI?
PER OGNI TUA RICHIESTA, ABBIAMO LA SOLUZIONE!
PER OGNI SERVIZIO INDIVIDUIAMO IL PERSONALE QUALIFICATO DA
COINVOLGERE (MODELLE, MODELLI, PERSONALE PER IL BACKSTAGE, etc);
METTIAMO A DISPOSIZIONE LE NOSTRE LOCATION INTEGRANDO GLI SPAZI
CON SERVIZI OPZIONALI ATTI A FORNIRE UN SUPPORTO COMPLETO A CIASCUN
CLIENTE.

IL NOSTRO LAVORO

SIAMO UNA SOCIETÁ SPECIALIZZATA NELL’ORGANIZZAZIONE E NELLA GESTIONE DI
EVENTI A 360°, POSSEDIAMO UN VASTO VENTAGLIO DI CANALI AI QUALI POTER
ATTINGERE PER SODDISFARE QUALSIASI RICHIESTA DEI NOSTRI CLIENTI; INOLTRE
GESTIAMO UN TEAM DI PROFESSIONISTI CHE COINVOLGIAMO NELLE NOSTRE
ATTIVITÁ A SECONDA DELLE ESIGENZE.
AGGIORNIAMO COSTANTEMENTE IL NOSTRO DATABASE SELEZIONANDO
ACCURATAMENTE OGNI FIGURA PROFESSIONALE; FORMIAMO I NOSTRI
COLLABORATORI E LI SEGUIAMO LUNGO TUTTO IL CORSO DELLA
COLLABORAZIONE.
INFINE POSSIAMO FORNIRE L’ABBIGLIAMENTO PER OGNI COLLABORATORE
COINVOLTO NEL SERVIZIO RISPETTANDO LE INDICAZIONI DEL CLIENTE.
I NOSTRI PUNTI FORZA SONO LA FLESSIBILITÀ, LA PROFESSIONALITÀ E IL SORRISO
CHE CARATTERIZZA IL NOSTRO TEAM.

_________________________________________________________________________

LE LOCATION
METTIAMO A VOSTRA DISPOSIZIONE:
-3 SALE OPEN SPACE A MILANO, MODULABILI E ATTE A SODDISFARE
QUALSIASI ESIGENZA, BEN ILLUMINATE E SPAZIOSE.
-UN BOSCO INCANTATO ALLE PORTE DI MILANO, UNA LOCATION
UNICA, SUGGESTIVA E INASPETTATA.
-UNA VILLA D’EPOCA SITUATA ALLE PORTE DI MILANO DOVE POTER
TORNARE INDIETRO NEL TEMPO TRA CLASSE ED ELEGANZA.

IL BOSCO INCANTATO

IL BOSCO INCANTATO SORGE ALLE PORTE DI MILANO
E SI ESTENDE SU UNA SUPERICIE DI CIRCA 6 ETTARI.
SI ARTICOLA IN DUE MACRO AREE, UNA CENTRALE
DOVE C’E’ IL CUORE DEL BOSCO, CON UN AMPIO
PORTICATO E UNA CASETTA PITTORESCA, UN’AREA
PERIMETRALE DOVE SI SNODANO DIVERSI SENTIERI

SALA A

LOCATION OPEN SPACE DI 160 MQ, AMPIA E
LUMINOSA.

SALA B

LOCATION DI 110MQ LUMINOSA, SPAZIOSA, DOTATA
DI LUCI EFFETTO ATMOSFERA, IMPIANTO AUDIO E
BAGNO PRIVATO.

SALA C

LOCATION DI 40MQ BEN ILLUMINATA,
DOTATA DI UN LUCERNAIO MOLTO UTILE
PER SHOOTING FOTOGRAFICI;

VILLA FRISIANI MEREGHETTI

VILLA FRISIANI MEREGHETTI E’ UNA
VILLA D’EPOCA MANTENUTA IN
OTTIMO STATO SITUATA ALLE PORTE
DI MILANO, LA STRUTTURA
PRESENTA AMPI SALONI ELEGANTI,
SCALINATE D’ONORE, STANZE
INTERMANTE AFFRESCATE E UN
AMPIO GIARDINO DA FAVOLA DI
OLTRE 10 ETTARI.

CONTATTI
PEOPLE SRL via Imperia 31, Milano
TEL UFFICIO: 02 43121467
VITTORIA PONZIO: 348 3826154
SARA PONZIO: 339 4707538
MAIL: EVENTI@PEOPLESRL.COM
SITO WEB: WWW.PEOPLESRL.COM
FACEBOOK: PEOPLE SRL

CHOOSE YOUR SERVICE !
People srl
+39 02.43.12.14.67 peoplesrl.com info@peoplesrl.com Via Imperia 31 – 20142 Milano
Capitale sociale € 10.000 i.v.- C.F. e P. IVA e n° registro imprese di Milano 05759540965 – rea Milano 1846302

Giada Pistininzi – Stilista

GIADA FOTO TESSERAIl 9 giugno 2011 a Nettuno in Provincia di Roma esordisce la Stilista Giada Pistininzi nella sfilata “Medfashion 2011”, scegliendo tra i migliori abiti realizzati nei laboratori dell’istituto “Colonna Gatti”. Gli stilisti erano liberi di ispirarsi ai grandi maestri della moda internazionale. Inizia la serata con una sfilata dell’antico periodo Rinascimentale interpretando scene e sfilando abiti particolarmente fedeli agli originali e curati nei minimi particolari, lasciando il pubblico sbalordito per la sua bellezza, s’è così voluto creare una sfilata che unisce la classicità del Cinquecento con la riscoperta delle radici del “Made in Italy”. S’è notato l’originalità delle stiliste , tutte bravissime e molte meritavano di vincere, avendo dimostrato in quella serata l’alta professionalità acquisita . La giuria era composta da professionisti del settore che hanno avuto un compito arduo e difficile per giudicare l’abito più bello. Tra i tanti abiti meravigliosi e di classe si è notato un caloroso applauso e commenti gratificanti nei riguardi della stilista Giada Pistininzi di cui ha realizzato per la sfilata un abito di particolare interesse che trasmetteva nel vederlo sfilare, un’emozione intenza e coinvolgente, l’abito da lei interamente realizzato e cucito a mano, ispirato al famoso stilista Alexander Mcqueen. Il pubblico rimasto incantato dalla bellezza degli abiti realizzati, mostrando il talento e professionalità acquisito nell’Istituto d’alta professionalità e competenza del “ Colonna Gatti “ di cui la Stilista Giada Pistininzi ha acquisito le competenze professionali e perfezionato il suo Talento.

Giada stilista

PRADA – Stilista

Originariamente nota come Fratelli Prada, la casa di moda fu fondata nel 1913 dai fratelli Mario Prada e Martino, i quali aprirono un negozio di cuoio, borse, accessori da viaggio e _IF_0168di lusso nella Galleria Vittorio Emanuele II a Milano. Ben presto, grazie all’alta qualità dei prodotti, la boutique divenne un punto di riferimento per gli acquisti dell’alta borghesia e aristocrazia europea.

Nessuno dei figli maschi di Mario volle partecipare all’impresa, così fu la figlia Luisa ad entrare nell’azienda e, dopo la morte del padre avvenuta nel 1958, a diventarne la proprietaria. Nel 1971 un’altra donna, Miuccia, figlia di Luisa, entra nell’azienda, diventandone proprietaria nel 1978. Alla fine degli anni settanta, quando Miuccia salì alla dirigenza, il giro d’affari del marchio si aggirava intorno ai 450.000$, cifra ben lontana dai fasti dei primi anni; uno dei primi passi mossi dalla nuova presidente, abile stilista, ingegnosa e determinata, ma poco esperta nel campo economico e gestionale, fu siglare un accordo con un imprenditore conosciuto un anno prima, Patrizio Bertelli, proprietario della società I pellettieri d’Italia (IPI), un’azienda attiva nel mercato del cuoio: la collaborazione combinò la fantasia della stilista e la capacità imprenditoriale dell’industriale. L’alleanza durò fino al 2003, anno in cui l’IPI venne definitivamente incorporata nel marchio Prada._IF_0165

Negli anni ottanta la sinergia portò i due a sposarsi nel 1987; dal punto di vista professionale la creatività della stilista unita alle capacità imprenditoriali di Bertelli, portarono il marchio a riemergere dal periodo di stallo con una serie di borse ed accessori innovativi, ed ad un’adeguata campagna pubblicitaria. La prima sfilata del marchio avvenne nel 1988, all’interno della collezione autunno/inverno 1988; cinque anni dopo, nel 1993, Miuccia Prada fonda Miu Miu, con il quale distribuisce capi femminili più sperimentali e moderni. Nello stesso anno esce anche la prima collezione Prada Uomo. Risale invece al 1997 la prima collezione Prada Sport. L’11 ottobre 1999 acquisisce per 106 milioni £[4] il 75,3 % delle azioni dell’azienda inglese Church’s, divenendone azionista di maggioranza[5]; dopo un accordo finanziaria e una cessione del 45% nel 2003 alla società svizzera Equinox, Prada acquista definitivamente il marchio inglese nel 2006.

Dal 2000 Prada è lo sponsor ufficiale di Luna Rossa, barca a vela partecipante all’America’s Cup. Nel 2009 Il Gruppo Prada si quota sui mercati finanziari, collocandosi nella borsa di Hong Kong e cedendo il 20% delle azioni, con una dote di circa 2,14 miliardi di dollari[6] Nel 2010 amplia ulteriormente il suo portafoglio di marchi con l’acquisizione della Car Shoes di Alberto Moretti.

Il 14 marzo 2014 Prada annuncia l’acquisto dell’80% della storica pasticceria milanese Marchesi, dopo aver tentato senza successo di acquisire Cova nel 2013, che ha ceduto l’80% delle sue quote al colosso francese del lusso LVMH per 32,8 milioni di euro.[7]

( tratto da WiKipedia )

Antonio Olivier – Stilista

10451698_577436542362037_6644035351878516615_n

Antonio Oliver, stilista brasiliano, 60 anni, nato a Rio Grande do Norte, ha iniziato il suo percorso di formazione nella Scuola Superior de Propaganda e Marketing di Rio de Janeiro proseguito poi, dopo il suo trasferimento a Milano, nella prestigiosa Scuola di Moda “Burgo”. Nel corso della sua lunga carriera ha realizzato varie sfilate di moda in Brasile e in Italia che hanno fatto conoscere e apprez10154533_577436752362016_3080396481049744711_nzare agli add563697_361954187243608_1474958453_netti ai lavori il suo indiscusso talento creativo. Dal 1992 risiede stabilmente a Milano, dove ha fondato il marchio Confezioni Antonio Oliver dedicato all’alta moda, con sede in Via Giuseppe Piazzi, 1 – Milano. Antonio Oliver e’ sempre stato sensibile alle cause sociali alle quali si e’ dedicato in molteplici occasioni (gia’ nei primi Anni Novanta aveva ideato il “Progetto 558031_361953607243666_857835050_nModa”) ed ha aiutato varie istituzioni prestando il proprio talento per promuovere eventi di moda a fini benefici: in Brasile il suo lavoro e’ stato messo al servizio di vari eventi di moda a sostegno di importanti enti che si occupano soprattutto di bambini come Colibri, l’Orfanotrofio dei Servi di Maria, LARV e “Bambini di strada”. A conferma della sua sensibilita’ nei confronti dell’infanzia la sua ultima collezione sara’ dedicata all’Africa e sosterra’ dei progetti di aiuto per i bambini africani. Attualmente collabora con varie Scuole di Moda, come L’Istituto Marangoni, l’Istituto Europeo di Design (IED) presso il quale e’ docente, il Politecnico di Milano e altre nelle quali e’ richiesta la sua consulenza. Antonio Oliver ha sempre cercato di esaltare la bellezza della donna 1376549_434695896636103_3576832_ncostruendo, grazie alla sua fantasia e straordinaria creativita’, delle collezioni uniche nelle quali sogno e realta’ si incontrano per dare vita a uno stile estremamente femminile e assolutamente contemporaneo, permettendo alla donna moderna di uscire dai panni rigorosi della manager in carriera indossati di giorno ed entrare in quelli della principessa nelle serate564627_253798508074343_1009671778_n e nelle occasioni speciali. Molto attento anche all’ecologia ha dedicato un’intera collezione al tema realizzando abiti con materiali riciclati che lo hanno fatto notare da tutti gli addetti al settore come esempio di sostenibilita’ ambientale, a testimonianza di quanto Antonio sia un artista contemporaneo che ama mettere la propria creativita’ al servizio della modernita’ e delle iniziative socialmente utili, in tutti i campi.

Copyright © 2013 Antonio Olive
tratto dal sito Antonio Oliver

Anna Chekunova – Stilista

Fashion designer a Milano by Anna Chekunova

Arte, Bellezza e Storia si incontrano in uno dei Arte, Bellezza e Storia si incontrano in uno dei più celebri “teatri” d’eleganza. Da sempre in linea con gli ideali estetici illuministici, è stata Villa Olmo – la più imponente e sontuosa tra le dimore comasche – ad accogliere l’inedita collezione di Anna Chekunova.12615184_10153957779754828_1754030283935776889_o
Una nuova reinterpretazione del Bello dove il fascino del passato si fonde a un’innovativa apertura legata al panorama internazionale contemporaneo. Uno splendido incontro tra cultura russa e tradizione italiana, da anni unite in un intenso legame di profonda passione, rispetto e stima reciproca.
Angeli eterei sfilano in capi da sogno, un idillio di linee, colori e ricami che ci riporta indietro nel tempo. La collezione A/I 16/17 firmata Anna Jolie rappresenta un richiamo agli anni ’50, al decennio in cui sensualità e bon ton venivano cuciti in splendidi outfit che divennero un’icona nella storia delle passerelle: gonne a ruota, motivi floreali e linee che celebrano la silhouette femminile facendone un’opera d’arte.

Le spalle si spogliano e divengono morbide e arrotondate, il seno viene messo in risalto, la vita è sottilissima. I Capi Anna Jolie rappresentano un omaggio all’eterna Bellezza di Brigitte Bardot, Musa del cinema francese e Icona d’eleganza. Una venerazione della femminilità a 360°: Linee morbide ed essenziali svelano una romantica luna di miele tra sensualità ed Arte; maxi lunghezze e tagli ampi si alternano ad abiti in pizzo aderenti e generose scollature che richiamano le celebri labbra del Surrealismo Daliniano. Una cura minuziosa per il dettaglio che rende ogni abito un prezioso gioiello. Tessuti pregiati come seta, organza, pizzo, taffetà e splendidi ricami eseguiti interamente a mano, opera di una sartorialità tutta Made in Italy.

( tratto dal sito http://www.italyfashiontrend.com/slider/anna-jolie-anna-chekunova/)

Dolce e Gabbana – Stilista

L’azienda di design

Domenico Dolce è nato il 13 agosto 1958 a Polizzi Generosa mentre Stefano Gabbana è nato il 14 novembre 1962 a Milano. _IF_0298Dolce iniziò già a disegnare e confezionare i suoi vestiti all’età di sei anni.[3] Il primo incontro tra i due avvenne per telefono, quando Dolce chiamò l’azienda di moda per cui Gabbana stava lavorando, in cerca di lavoro. Dopo essere stato assunto dalla ditta, Gabbana prese Dolce sotto le proprie ali e gli insegnò il funzionamento del processo di design per un’azienda di moda e come abbozzare nuovi design. Poco dopo l’assunzione di Dolce, Gabbana fu arruolato per il servizio civile di 18 mesi presso un istituto di malati mentali, ma dopo il suo ritorno i due crearono un’azienda di consulenza nell’ambito del design.[4] Nonostante lavorassero insieme, fatturavano sempre separatamente, finché un commercialista consigliò loro di fatturare _IF_0286_IF_0285_IF_0284_IF_0282_IF_0279congiuntamente in modo da semplificare le cose e rendere l’attività più efficiente dal punto di vista dei costi. I due cominciarono a fatturare ai clienti con il nome di Dolce e Gabbana, che diventò il nome della loro attività di design in via di sviluppo.[3] La prima collezione del duo di stilisti è stata mostrata nell’ottobre del 1985,[4] insieme a cinque altre nuove etichette, nell’ambito della Milan Fashion Week. I due non avevano soldi per delle modelle, pertanto cercarono aiuto dai loro amici; non avevano neanche soldi per fornire accessori alle loro modelle, quindi queste vestirono semplicemente i loro oggetti personali come complemento ai vestiti. Come tenda per lo stage utilizzarono persino un lenzuolo da letto che Dolce portò da casa.[5]

Punto vendita Dolce a Gabbana a Tokyo, Giappone

I due stilisti diedero il nome di Real Women alla loro prima collezione, dovuto in parte all’impiego di donne del posto sulla passerella.[4] Le vendite della loro prima collezione furono abbastanza deludenti e costrinsero Gabbana ad annullare l’ordine di tessuto fatto per creare la seconda collezione. Quando i due andarono in Sicilia per Natale la famiglia di Dolce si offrì di pagare il costo della fornitura e per coincidenza l’azienda di tessuti non ricevette in tempo la revoca dell’ordine quindi al rientro a Milano il tessuto era a loro disposizione.[3] Produssero la loro collezione successiva nel 1986 e aprirono il loro primo negozio lo stesso anno.[4] Michael Gross scrisse della loro terza collezione in un’intervista del 1992, affermando che “erano un segreto conosciuto soltanto da una manciata di editori di moda italiani. Le loro poche modelle si cambiavano dietro uno schermo traballante. Alla loro collezione di pezzi in cotone da magliette e seta elastica diedero il nome di ″Trasformazione″. Il loro abbigliamento in questa collezione era accompagnato dalle istruzioni circa i sette diversi modi in cui è possibile indossare un pezzo in un completo, poiché l’indossatore poteva utilizzare il velcro e le chiusure a scatto per modificare la forma dei vestiti”.[6] Fu la loro quarta collezione la prima ad avere un impatto significativo sul mercato italiano della moda. In questa collezione Dolce si rifece alle sue radici siciliane. La campagna pubblicitaria della collezione fu girata dal fotografo Fernando Scianna in un luogo in Sicilia, con fotografie in bianco e nero ispirate al cinema italiano degli anni 40. Continuarono a utilizzare il cinema italiano come ispirazione nella loro quinta collezione, prendendo come spunto il lavoro del regista Luchino Visconti e il suo film Il gattopardo.[4]

Uno dei pezzi della loro quarta collezione fu chiamato “Il vestito siciliano” dalla stampa della moda e fu indicato dall’autore Hal Rubenstein come uno dei 100 vestiti più importanti mai disegnati. È considerato essere il pezzo più rappresentativo per il marchio in questo periodo. Rubenstein ha descritto il pezzo nel 2012, scrivendo: “Il vestito siciliano è l’essenza di Dolce & Gabbana, la pietra di paragone sartoriale del marchio. Il vestito prende spunto da una sottoveste, ma è una sottoveste che ha adornato Anna Magnani, ed è una sagoma che ha ornato Anita Ekberg, Sophia Loren, [e così via]. Le cinghie si adattano strette al corpo proprio come quelle di un reggiseno; la scollatura scorre dritta, ma viene attaccata almeno due volte, una per ciascun lato, per accarezzare i due seni e nel mezzo per incontrare un’edificante piega che fornisce un lieve sostegno. La sottoveste non scivola semplicemente verso il basso, ma sale alla vita per tenere la figura con fermezza ma non troppo stretta, e in seguito si allarga per enfatizzare le anche, per cadere in modo leggermente rastremato alle ginocchia, in modo da garantire l’oscillazione delle anche mentre si cammina.[7]

( Testi tratti dal sito di  Wikipedia )

Francesco Francia – Fotografo

Presentiamo un Fotografo di gran talento artistico e professionale illustrando alcuni dei suoi lavori.

Francesco Francia è un fotografo Pubblicitario professionista
specializzato in fotografia di moda, fashion editoriale, glamour, fine
art, e ritratto ambientato.

Francesco Francia fashion & glamour photographerxenia 3xenia 1VANITY FAIRFrancesco Francia Fotografo Moda - Fotografia di moda e pubblicitaria - Sito personale di Francesco Francia, personal site of Francesco Francia Photographer - lavora in tutta Italia, con base a Terni. Professionista in fotografia glamour e fashion, biogrSchermata 2012-11-03 a 00.49.45Schermata 2012-09-29 a 13.03.08regina salpagarovaREGINA SALPAGAROVA per gli abiti di Federica Todinphoto word magazine3photo word magazine2luka 1io su VIPglamour esterniFedrighi268917_226476637374741_5209899_nFrancesco Francia fashion & glamour photographer0 0 0 0 0 0 FOTOGRAFARE COVER001188926_196667840355621_1694384_n215553_205928462762892_2034563_n299322_252464561442615_7434642_n282531_238110506211354_7262696_n

Realizza con il suo team campagne pubblicitarie dalla A alla Z, cataloghi,
editoriali moda, ritratto,, look book, advertising e fotografia
commerciale.

Con il suo Studio fotografico a Terni, e con sale posa a Roma, Perugia,
Firenze, Milano e Brescia, lavora in tutta Italia e all’estero avvalendosi
della collaborazione dei più noti professionisti del settore.

Docente di fotografia avanzata ed illuminotecnica , fotografo master con
collaborazionI Nikon School e c.s.f. adams di roma, tiene seminari,
corsi avanzati, e workshop in tutta Italia.

Fotografo fashion, lavora sia con modelle esordienti che con modelle
professioniste e realizza set pubblicitari e book fotografici
professionali, avvalendosi della collaborazione delle più note agenzie
italiane.

Tra i suoi lavori:
Campagna pubblicitaria VALORO GIOIELLI Luganocon la testimonial XENIA
TCHOUMITCHEVA (top model internazionale www.xeniaonline.com ) e relative
pubblicazione su 12 riviste internazionali in Svizzera, Russia e Germania.
Campagna pubblicitaria 2014 Left & Right (calzature) con la testimonial
Francesca Lukasik (Chateaux d’Axe)
Campagna Pubblicitaria Jungle Fever 2013 con MG Group e per Carollo Group
Milano
Campagne pubblicitaria Wella Professional anno 2012 con relative
Catalogo per “Maboo Srl” partner WELLA Professional 2012
Catalogo per “Bottega del Colore” – partners WELLA Professional 2012
Campagna Pubblicitaria Health Center Marc Messegué 2012
“Love Lodola” fotoreportage e ritratto esclusivo dell’artista
internazionale Marco Lodola
Campagna Pubblicitaria “TISANOREICA 2013” con pubblicazioni su 9 riviste
Campagna Pubblicitaria “Bovary Haute Couture 2013”
Danilo Fedrighi Stylist – Haute Couture – fashion editorial
Fotografia pubblicitaria per Lupolux srl, leader costruzione illuminatori
per studi televisivi e studi fotografici (di cui sono fotografo ufficiale)
www.lupolux.it
Getty Image official contributor 2012

Cover del Magazine Donna,
Cover del magazine Pleasure of Luxury
Cover Golf People
Cover di Almanacco Fotografare
Cover della Fotografare
Cover Ticino magazine
Cover del libro “Inferno” – La riflessione editore
Calendario Be-Magazine 2012

Pubblicazioni:
Vogue, Glamour, Vanity Fair, Vero, Visto, Chi, Vip, Donna Moderna, Oggi,
Playboy Slovacchia, Playboy Romania, Glam Jam magazine, Fotografare,
Bogamia ecc.
Fotografo ufficiale Nikon School e docente di fotografia glamour, realizza
workshop e seminari in tutta Italia avvalendosi della collaborazione dei
più importanti club fotografici
Formazione: master in fotografia avanzata conseguito al CSF Afams di
Roma, tecnico luce su set di Playboy International , scritto dispense per
CSF adams e 3effe italia.
Dal 2005 oltre ad esercitare come fotografo è docente di fotografia
avanzata ed illuminotecnica ed insegna prevalentemente a fotografi
professionisti in ambito settore moda/glamour.
Grazie per la cortese attenzione, allego qualche scatto, il link diretto
al suo sito ed i miei contatti:

Francesco Francia – FASHION & GLAMOUR photography

www.francescofrancia.it

casting: casting@francescofrancia.it
referente commerciale: Cinziaxp@libero.it
ph. +39 334.6183629

____________________________________________

dal MIO SITO:
http://francescofrancia.it/pages/galleries.htm

Link Foto
https://www.facebook.com/Francesco.Francia.Fotografia.Professionale/media_set?set=a.489196247769444.107140.100000372185344&type=3

https://www.facebook.com/Francesco.Francia.Fotografia.Professionale/media_set?set=a.453097208046015.98869.100000372185344&type=3

https://www.facebook.com/Francesco.Francia.Fotografia.Professionale/media_set?set=a.139480806074325.19741.100000372185344&type=3

https://www.facebook.com/Francesco.Francia.Fotografia.Professionale/media_set?set=a.233575083331563.59229.100000372185344&type=3

https://www.facebook.com/Francesco.Francia.Fotografia.Professionale/media_set?set=a.227197003969371.57895.100000372185344&type=3

BACKSTAGE:

https://www.facebook.com/Francesco.Francia.Fotografia.Professionale/media_set?set=a.148159115206494.22551.100000372185344&type=3

Tiziano Fedeli (in arte White Raven) – fotografo

_ADB3645s

_ADB8126s_________________________________________________________________________

Presentiamo un Fotografo esordiente con una passione dell’arte della fotografia, Tiziano Fedeli, nome d’arte “ White Raven “. Racconta la  passione sulla fotografia.
Iniziai a scattare da piccolino, piu o meno dall’età di 8 anni, quando mi fu regalata una macchina fotografica semplice, le nonne delle digitali di oggi, con il suo bel rullino che puntualmente finivo nel giro di una giornata.
Adoravo fare foto, a chiunque, a qualunque cosa, forse per paura di perdere dei ricordi, dei dettagli, chi lo sa.
Mio padre aveva una Reflex della Nikon, quanto la sognavo…e dopo ben 12 anni ho potuto metterci le mani sopra !
La fotografia non era un hobby ne una vera passione, scattavo per divertimento, e col passare del tempo accantonai macchina e rullini per altri passatempi, anche se nei viaggi o gite erano sempre con me.
Alla soglia dei 21 anni un mio amico mi mostro la sua reflex nuova di zecca, facendomela provare e riprovare, da li decisi di fare il salto e provarci di nuovo, seriamente.
Cominciai a fare pratica con la reflex del babbo, ancora con i rullini, mai impresa mi piu fu difficile, essendo stato il primo approccio ad una reflex…fortunatamente non mi do facilmente per vinto e cosi riuscii nel mio intento, finalmente avevo usato e padroneggiato quella stupenda Nikon che tanto agognavo !
Visto il mio interesse per la Fotografia, mi regalarono una mia personale Reflex, una semplice entry Level, una EOS 1100D, tutt’ora mia compagna di viaggio ed avventura.
Iniziai a studiare on line e su alcuni testi in modo autonomo per imparare come fotografare e la post produzione, usando ogni scusa per fare una foto e sperimentare qualcosa di nuovo, magari un esposizione diversa o un effetto particolare di photoshop, sfortunatamente niente corsi o scuole per problemi finanziari.
Inoltre militavo gia nel mondo dei cosplay come cosplayer, e quindi giravo varie fiere, da qui decisi che forse avrei potuto provare a scattare invece di creare i costumi, cosa poi piuttosto apprezzata da varie persone che hanno ricevuto mie foto,
Precisamente dal 12 Febbraio del 2015, creai quella pagina, “ White Raven Ph “, Il corvo bianco, per rappresentare l’eterno contrasto di ciò che vediamo a cio che realmente è, un posto dove raccogliere tutti i miei lavori e farli conoscere, quindi ho iniziato a scattare seriamente da poco piu di un anno e spero che prima o poi, diventi un vero e proprio lavoro.
Comunque ho realizzato altre tipologie di lavori, non solo cosplay ma anche idee particolari che avevo in mente, come l’album “ True Colors “ oppure “ Paranoid Android “, sempre con l’intento di comunicare qualcosa attraverso gli scatti.

Tiziano Toma – Fotografo

Presentiamo un fotografo dalla particolarità creativa e con una visuale da un’altro punto di vista “Vedere con occhi di Tiziano Toma”

“TIZIANO TOMA NASCE A ROMA NEL 1977. DOPO GLI STUDI ED ALCUNI LAVORI, DECIDE DI DEDICARSI TOTALMENTE ALLA SUA GRANDE PASSIONE, LA _DSC3521sFOTOGRAFIA. FOTOGRAFO AUTODIDATTA, IN BREVE TEMPO SI È SPECIALIZZATO NELLA FOTOGRAFIA FASHION TANTO DA CONDURRE CORSI ED OTTENERE PUBBLICAZIONI DA

_DSC3444s

RIVISTE DEL SETTORE.
CREDE FORTEMENTE NEL LAVORO DI SQUADRA. UN BUONO SCATTO È SEMPRE REALIZZATO DA UNO STAFF CHE HA OPERATO COME UN TUTT’UNO, CON SERIETÀ MA ANCHE IN UN CLIMA DISTESO E DIVERTENTE.

ATTUALMENTE VIVE E LAVORA A ROMA”

Carlo Catanzaro – Fotografo

Presentiamo un fotografo che con gran passione fotografa la natura ed i paesaggi che lo circondano, Carlo Catanzaro.

Studi personali nel campo umanistico, filosofico, psicologico e fotografico; uso la fotografia come mezzo di comunicazione solo fine a se stesso in alcuni casi… la foto non è un pezzo di carta stampata, ma un’immagine di quello che sta dietro, dentro la fotografi. Le foto cartoline e le foto con messa in posa sono belle, PERFETTE ma hanno un grave diffetto: NON PARLANO. Bisogna leggere nella foto come si fa con un quadro e sopratutto SAPERLA SENTIRE… spesso la voce della foto è un LEGGERO SIBILO, altre volte un URLO: un grido di disperazione anche se non ci rendiamo conto. Solo il nostro corpo e sopratutto il nostro INCONSCIO, il nostro ES, la nostra COSCIENZA (chiamatela come volete) o per meglio dire la nostra parte interna nascosta dove vivono i nostri ISTINTI PRIMORDIALI se ne rende conto attraverso le allergie e le cosiddette MALATTIE, sia fisiche che psichiche. Ecco la mia meta finale: RITROVARSI E RIVEDERSI attraverso una fotografia.

GRAZIE A TUTTI. Vi ricordo di fare il possibile per non far atrofizzare un’importantissima ghiandola che è la base di vita che contiene tutte le informazioni genetiche istintuali e che purtroppo è lasciata a se stessa: la GHIANDOLA PINEALE, il nostro terzo occhio.

GRAZIE A TUTTI. AMORE PER LA NATURA, AMORE PER TUTTO QUELLO CHE CI CIRCONDA, AMORE PER LA VITA, anche attraverso le mie foto; di preferenza foto della natura, ma amo tutto quello che ci circonda, ogni aspetto ed espressione umana dalla rievocazione storica alle sfilate di moda passando occasionalmente dal mondo dei cosplayers, quello che è importante trascrivere fotograficamente è il momento, per fermarlo e renderlo immortale, quando si vede una foto anche dopo anni deve ricreare gli stessi sentimenti, espressioni e sensazioni del momento dello scatto… la foto è unica perché il momento è unico.

Maurizio Caponera – Fotografo

Per queste foto planetarie Maurizio e il team di fotografi che condividono la stessa passione, hanno utilizzato la tecnica della ripresa con camere ccd. Si effettua un filmato nei vari canali RGB di varia durata, che può andare da 60″ a 180″ per canale. Una volta terminate le riprese, viene rielaborato il filmato con dei software specifici successivamente si scelgono i migliori frame  e si sommano soprapponendoli. Una volta terminato il lavoro per tutti i tre canali RGB non resta che sommare tra  loro le immagini   per avere la foto a colori. Si passa poi a Photoshop per regolare i livelli di luminosità, contrasto, ecc.

Queste foto sono state riprese con telescopi di varia apertura che vanno da 250mm a 280mm, con focali di 6 metri circa

Presentazione del Libro di Chiara Trubbiani e Mostra fotografica di Marco Granati

Venerdi 8 Aprile 2016 Presso”Lo Spazio Ariberto” Di Milano in una splendida atmosfera di arte e cultura culinaria Si e’ dato valore ad un Evento Importante rigurdante la Presentazione del libro ” Sapori immagini parole ” della scrittrice Chiara Trubbiani e Marco Granati”.

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=267061203634188&l=fa0d9f4b6b

Raccolta di ricette e brevi racconti , correlate con fotografie scattate da Marco Granati. Un evento che ha riscosso un gran successo, il pubblico ha reso la serata frizzante e piena di complicita’, ad accogliere gli invitati la Scrittrice Chiara Trubbiani e Marco Granati che ringraziano tutti i partecipanti , un ringraziamento particolare a Carlo Maria Marinoni Esperto e Tecnico Responsabile Spazio Verde del Comune di Milano, il Maestro Franco Simonelli e la presentatrice TV della QVC Lidia Longobardi per la sua partecipazione, apprezzado con interesse il talento di Marco Granati per le opere esposte.

// < ![CDATA[
// < ![CDATA[
// < ![CDATA[
// < ![CDATA[
//

Un doveroso complimento allo Scatto d’autore che ha reso le foto reali vive catturando l’attenzione dei visitatori facendoli riflettere non solo per un campo visivo mostrato, ma quell’ impercettibile richiamo personale che ogni foto trasmette… lo si nota dallo sguardo attento di chi osserva non piu’ spettatore ma attore di cio’ che vede. Un osmosi tra la natura e l’uomo riuscendo a far vivere quei momenti, quei luoghi quelle emozioni che ha vissuto il fotografo Marco Granati. Un grande Successo che si ripeterà in una futura mostra fotografica sempre a Milano

Cristina Crescentini

FOTOGRAFO DAVIDE MORELLO

La passione di Davide per la fotografia parte da lontano e come tutte le passioni che ti cambiano la vita cresce con lui. E’ un diciottenne quando compra la prima reflex analogica e inizia a fotografare la natura e i suoi molteplici incanti, si lascia affascinare dallo scorrere del tempo dal tramonto che stempera nella notte e la notte che s’illumina nell’alba.

Col tempo il digitale e la post produzione lo aiutano ad esprimersi e a cesellare il suo lavoro rendendolo riconoscibile, negli ultimi anni ha trovato forse la sua strada, riesce a catturare l’anima di chi ha la voglia di stare davanti al suo obbiettivo. Incredibile con i bambini e coinvolgente con tutti riesce sempre a mostrare un lato di te che ti stupisce.

Sì può dire che metta in pratica quello che è da sempre il suo motto: Spesso la vita è in bianco e nero. Io uso la fotografia x dare colore alla mia …e alla Vostra

La cosa incredibile è che si percepisca il colore anche nei bianco e neri.